Lavorare da casa onestamente

L’espressione lavorare da casa può avere significati diversi, infatti possono lavorare direttamente dal proprio domicilio i liberi professionisti che non hanno bisogno di attrezzature particolari, i freelance che mettono a disposizione dei committenti le proprie conoscenze e capacità e molte altre categorie di lavoratori.
In tutti questi casi, come accade anche per gli impieghi che richiedono la presenza sul posto di lavoro, è fondamentale saper riconoscere le offerte di lavoro serie dalla proposte ingannevoli; chi sceglie di lavorare da casa, molto probabilmente, deve valutare persino con maggiore attenzione le proposte che riceve.
Sul posto di lavoro, infatti, dovrebbe essere più facile individuare elementi poco chiari o eventuali truffe di cui ogni lavoratore può rimanere vittima; lavorando da casa, invece, è fondamentale impegnarsi costantemente nella ricerca di rapporti di lavoro che siano chiari ed onesti.
Non esiste una strategia che consente di riconoscere immediatamente le offerte di lavoro serie, tuttavia in alcuni casi le proposte svelano chiaramente le reali intenzioni di chi sta offrendo quel presunto impiego.

Innanzitutto, se si ha la possibilità di incontrare direttamente il proprio datore di lavoro, si avrà sicuramente un’impressione più chiara circa l’onestà dell’azienda; confrontarsi di persona e discutere delle condizioni del lavoro che verrà svolto da casa consente di avere una maggiore certezza che l’offerta ricevuta sia seria.
Nei casi in cui ciò non è possibile, invece, è necessario informarsi nei limiti del possibile sulla persona che propone il lavoro e sul tipo di mansione da svolgere; in questo modo, si possono conoscere le esperienze di altri lavoratori e si può, di conseguenza, capire se vale la pena di accettare la proposta ricevuta.
Il parere di altre persone può essere utile per valutare l’impegno richiesto per svolgere quel lavoro, la remunerazione che in media viene offerta, le competenze necessarie e molti altri fattori; una proposta di lavoro che non richiede competenze specifiche e che offre una remunerazione decisamente superiore alla media potrà essere, con buona probabilità, una truffa.

Oltre alla promessa di guadagni vertiginosi con il minimo impegno, qualsiasi prospettiva che appare poco realistica rappresenta un chiaro segnale che l’offerta di lavoro non è seria; come sempre possono esserci eccezioni, perciò occorre utilizzare il proprio buon senso per distinguere le opportunità di lavoro particolarmente vantaggiose dalle offerte palesemente ingannevoli.
Un’offerta di lavoro seria, in genere, richiede ai candidati una specifica formazione e/o precedenti esperienze nella mansione, spiega con chiarezzatutti gli aspetti e i termini della collaborazione richiedendo che venga firmato uncontratto o comunque un accordo scritto, offre guadagni e prospettive di lavoro che siano commisurati all’impiego da svolgere.

In questo modo, è possibile avviare una collaborazione proficua anche lavorando dal proprio domicilio: la creazione di un rapporto di fiducia tra i vari lavoratori, infatti, conse Lavorare da casa è una opportunità che viene colta da molte persone per ragioni diverse, dall’impossibilità di lavorare in orari prestabiliti alla necessità di gestire più di un impegno; molto spesso, infatti, il lavoro da casa rappresenta un secondo impiego tramite il quale garantirsi introiti mensili leggermente più elevati.
Internet ha ampliato gli orizzonti lavorativi, offrendo a molte persone l’opportunità di svolgere un impiego direttamente dal proprio domicilio; la comunicazione a distanza, tuttavia, può ostacolare la creazione di un rapporto di fiduciareciproca ed, in alcuni casi, può favorire le truffe.

Ciò, ovviamente, non accade nei casi in cui l’impiego viene portato avanti da casa ma i vari dipendenti o liberi professionisti si incontrano periodicamente per discutere e pianificare il lavoro; alcune professioni, nello specifico, non richiedono la presenza sul luogo di lavoro, perciò può essere la stessa azienda ad offrire ai suoi dipendenti questa possibilità.
Al contrario, altre collaborazioni vengono instaurate a distanza, prendendo accordi tramite internet, e questo tipo di impiego comporta necessariamente l’assunzione di un rischio: può capitare, infatti, che la proposta di lavoro sia in realtà una truffa e che l’identità creata su internet non corrisponda ad alcuna persona o azienda esistente nella realtà.

Non esiste un metodo efficace che consente di riconoscere le offerte di lavoro oneste dai numerosi annunci ingannevoli diffusi sul web, tuttavia nei limiti del possibile non bisogna mai dimenticare di agire con prudenza, proprio per evitare spiacevoli sorprese.
Innanzitutto, non potendo verificare l’identità dell’interlocutore di persona, è consigliabile fare delle ricerche sul web; anche in questo caso non si ha la certezza che il parere degli altri utenti sia attendibile, tuttavia molto spesso emergono decine di testimonianze negative che portano immediatamente a diffidare.
La richiesta di un investimento, inoltre, può essere un segnale d’allarme, infatti sono diffuse le truffe di false società che richiedono, per avviare la collaborazione, un anticipo di una somma di denaro e, dopo aver ricevuto l’accredito, si rendono irreperibili; ancora una volta, non si tratta di una regola ma la giusta prudenza consente di evitare inganni di questo tipo.
Oltre a ricercare informazioni sul proprio datore di lavoro, come può accadere per qualsiasi lavoro e non soltanto per le collaborazioni da casa, è fondamentale stipulare un contratto e stabilire accordi chiari da entrambe le parti; la correttezza è, infatti, fondamentale per intraprendere un rapporto lavorativo che sia trasparente e, se possibile, duraturo.
In conclusione, lavorare a casa onestamente può risultare più complicato che lavorare onestamente in ufficio proprio perché vengono meno le sicurezze, dalla classica stretta di mano tra collaboratori alla maggiore chiarezza che, in genere, si ha sul posto di lavoro stando a contatto con gli altri dipendenti.

E’ facile, di conseguenza, che anche le persone oneste diventino vittime inconsapevoli della disonestà e della mancanza di scrupoli di altri; nonostante ciò, la determinazione e la volontà di lavorare onestamente sono ottimi presupposti sui quali fare affidamento per lavorare direttamente dal proprio domicilio nel rispetto della legge, tenendo sempre in considerazione diritti e doveri di ogni lavoratore.

nte di ricreare a distanza quello stesso ambiente coeso che dovrebbe crearsi su ogni luogo di lavoro.
Un ultimo indice di serietà è la puntualità nei pagamenti, infatti già dopo il primo mese si può avere una conferma circa l’onestà del datore di lavoro; molto spesso, infatti, i pagamenti non vengono ricevuti proprio perché la società non esiste o comunque non è onesta.
Purtroppo occorre ricordare che molto spesso i pagamenti vengono ricevuti con diversi mesi di ritardo: molti datori di lavoro, infatti, inviano i pagamenti con scarsa puntualità e, a volte, dopo diverse sollecitazioni; ciò, comprensibilmente, può generare sospetti e sfiducia circa la serietà dell’azienda.
In conclusione, le offerte di lavoro serie per chi vuole lavorare direttamente dal proprio domicilio esistono, tuttavia occorre una grande attenzione ed onestà nel saperle riconoscere tra le tante truffe e proposte di lavoro poco chiare.

 

Lavorare online seriamente