Lavorare online scrivendo articoli. Come fare?

Sul web scrivere articoli e post è una delle strade più indicate per lavorare con successo. Ci sono difatti tanti gruppi editoriali, network e aggregatori di notizie che sono alla costante ricerca di editor e copywriter che aggiornino i propri siti. I compensi – è bene dirlo sin da subito – non sono eccezionali. Si tratta di uno o due euro a post/articolo sulle 200 parole, ma scrivendo una decina di testi al giorno si può metter da parte una cifra interessante. I compensi possono arrivare in diverse maniere: o con un prezzo fisso ad articolo concordato con l’editore o con un pagamento commisurato al traffico  di visualizzazioni.

Queste due modalità sono le più diffuse, trovando un certa soddisfazione sia da parte dei network che degli editor. In particolar modo le prestazioni a compenso fisso sono le più gettonate. Se infatti si trova una nicchia da curare (ad esempio, recensioni cinematografiche, gossip, calcio o telefonia mobile), si può aggiornare il sito con cinque/dieci notizie fresche che garantiscono entrate giornalmente sicure. Al mese si possono raggiungere così dai 400 ai 600 euro. L’altro metodo, relativo ai pagamenti in base al traffico visualizzato, è abbastanza caldeggiato dagli editori ma non è molto conveniente per i copywriter. Se infatti la notizia non viene veicolata bene, i compensi saranno pochi. D’altro canto c’è il rovescio della medaglia: coi social network (Facebook e Twitter su tutti) un post o un articolo possono essere diffusi sorprendentemente bene, trovando visualizzazioni inaspettate e conseguentemente guadagni insperati.

I network che offrono queste opportunità di lavoro sono vari. Tra questi spiccanoBlogo e Nanopress, sicuramente tra i più seri e autorevoli in questo campo. Sfruttando al meglio le possibilità dei propri siti verticali, danno spazio alle competenze dei vari articolisti che possono scrivere notizie di calcio, serie tv, motori, film, cibo, giochi, musica, etc. Lavorare scrivendo online lo si può fare pure su Ciao.it, su SocialPost, su Populis e o2o. Da considerare inoltre sonoLiquida, un noto aggregatore di notizie e blog, e MoneyNews, uno dei siti più in voga che paga i contenuti in base al traffico visualizzato.

Si può lavorare online scrivendo articoli grazie alla creazione di un proprio blog. Si possono inserire diversi banner pubblicitari in ogni post e guadagnare in proporzione alle visite, ottimizzando al meglio le possibilità che concedonoGoogle AdSense o Symply. Questa scelta è consigliata a chi ha già una sua area d’influenza, ma sconsigliata a chi ancora non ha grandi visitatori al suo seguito. Monetizzare col proprio sito è facile con internet, ma non così semplice come si può ingenuamente pensare: tutto dipende dal traffico visualizzato che, in ogni caso, può essere aumentato grazie ad affiliazioni ad altri siti o a rudimentali tecniche di social marketing. Un’altra via è quella di scrivere articoli e post inserendo link che rimandano ad altri indirizzi web (al 90% si tratta di siti di poker e gaming). Il lavoro online si può anche avere scrivendo testi per siti web aziendali: non sono pochi gli editor che decidono di dedicarsi a questa attività, trovando nelle aziende un punto di riferimento sicuro e affidabile. In questo caso, lavorando da esterno con una professionalità più riconosciuta, arrivano anche compensi maggiori.

 

Lavorare online seriamente